Robert Galbraith - Il Baco da Seta

 

TRAMA:

Londra. L'eccentrico scrittore Owen Quine non si fa vedere da giorni. Non è la prima volta che scompare improvvisamente, ma non è mai stato via così tanto tempo e la moglie ha bisogno di ritrovarlo. Decide così di assumere l'investigatore privato Cormoran Strike per riportare a casa il marito. Ma appena Strike comincia a indagare, appare chiaro che dietro la scomparsa di Quine c'è molto di più di quanto sua moglie sospetti. Lo scrittore se n'è andato portando con sé il manoscritto del suo ultimo romanzo, pieno di ritratti al vetriolo di quasi tutte le persone che conosce, soprattutto di quelle che ruotano attorno al suo mestiere. Se venisse pubblicato, il libro di Quine rovinerebbe molte vite: perciò sono in tanti a voler mettere a tacere lo scrittore... Ricco di colpi di scena, uno spaccato degli intrighi del mondo editoriale londinese, "Il baco da seta" è il secondo romanzo della serie che ha per protagonisti Cormoran Strike e la sua assistente, la giovane e determinata Robin Ellacott.

 

L'AUTORE:

Quando ad Aprile scorso è stato pubblicato in lingua originale The Cuckoo’s Calling, il romanzo recava l’avvertenza che l’autore, Robert Galbraith, era uno pseudonimo dietro cui si celava un esordiente. 
Il libro sin dall’inizio aveva ottenuto delle buone recensioni e un discreto successo di pubblico. La critica aveva apprezzato il protagonista detective e il suo modus operandi e definito particolarmente “matura” la scrittura di questo nuovo autore, ma nonostante tutti i riscontri positivi e il fatto che fosse stato pubblicato da un editore commerciale di prim’ordine, il libro non aveva scalato le classifiche. Solo a luglio, quando il Sunday Times ha attribuito la paternità del libro a J.K. Rowling, le vendite sono aumentate in modo esponenziale e il libro è diventato un best seller di fama internazionale così come tutti gli altri titoli dell’autrice di Harry Potter

 

J.K. Rowling è nata nel 1965 a Chipping Sodbury, Gloucestershire, sud-ovest dell’Inghilterra. Insieme a sua madre, a suo padre e alla sua sorellina più piccola, Diana, si trasferì a Winterbourne, Bristol, e poi a Tutshill, vicino Chepstow. Scrive storie da bambina: a sei anni scrisse la storia di Rabbit, un coniglio malato di morbillo e a dodici scrisse un romanzo che parla di sette diamanti maledetti. Dopo aver studiato francese all’Università di Exeter, con un anno di studi a Parigi, traslocò a Londra per lavorare per Amnesty International come ricercatrice e segretaria bilingue. Fu in questo periodo che, sul treno tra Manchester e Londra, gli venne l’idea di scrivere un libro su un ragazzino che frequentava una scuola di magia. Quando arrivò a destinazione aveva già trovato abbastanza idee sui personaggi e su buona parte della storia. Iniziò dunque a lavorare a Harry Potter e la Pietra Filosofale durante le sue pause pranzo.